LA SCELTA DEL CUCCIOLO.

DA OGGI SI APRE LA SEZIONE TRAINING DOVE TROVERETE I CONSIGLI DELLA NOSTRA ISTRUTTRICE CINOFILA VERONICA.

Buon giorno a tutti e buon lunedì!
Iniziamo subito: siete proprio sicuri di voler prendere un cane?
…Un quadrupede peloso, a volte anche puzzolente, che girerà per casa lasciando peli e bava su tappeti e divani?
Un cane è un piacere ma anche una grande responsabilità, un impegno, un sacrificio. E’ un essere vivente e come tale dev’essere trattato con attenzione e rispetto, non è un gioco e non è un bambino: è un canis lupus familiaris e ha bisogno di vivere da cane per cui dovrete documentarvi ed imparare a soddisfare tutte le sue esigenze.
Volete un cane perchè lo avevate da bambini, perchè vi sentite soli, perchè volete offrire un valido compagno ai vostri figli, perchè avete sempre sognato di averne uno e ora ci sono le condizioni per adottarlo oppure…volete un cane perchè va di moda, perchè l’amica ce l’ha, perchè l’avete visto tanto carino piccolino tenero, perchè è bianco ed è così chic: ci sono tante meravigliose e meritevoli ragioni per desiderare la compagnia di un quattro zampe, come d’altra parte ci sono purtroppo persone che non vogliono un cane ma un giocattolo e non si rendono conto che quel giocattolo ha dei sentimenti molto importanti.
Se avete superato l’esame di coscienza sul perchè volete un cane, chiedetevi ora se è il momento giusto per portarlo a casa: se avete tempo da dedicargli, se a casa tutti sono d’accordo (è importante che il nuovo arrivato sia ben accetto dall’unanimità perchè, soprattutto all’inizio, qualche pasticcio è da mettere in conto), se avete risorse economiche per potervene occupare con serenità (pappe, gadgets, veterinario, assicurazione, educazione, dog sitter ecc.); se in definitiva siete pronti a sconvolgere la vostra vita per un grande amore!!
Passiamo al sodo. La scelta di un amico a quattro zampe il più delle volte, purtroppo, è determinata dal caso “quant’era carino quel cucciolo morbidoso in quel negozio”, “è il primo che mi è corso incontro: mi ha scelta lui”…e qui nascono i problemi; problemi a volte molto seri. Certo è molto romantico pensare che sia stato il fato ad unirci al nostro migliore amico ma qualche piccolo aiutino al fato lo possiamo anche dare, no? Prendere un cane a caso può essere un evento fortuito e fortunato ma può anche essere un bel pasticcio: la belva dovrà vivere con voi a stretto contatto e voi vorreste mai vivere con uno che è completamente il vostro opposto? Non è una questione di dimensione (il cane piccolo non sempre è più gestibile di uno grande), di moda (l’akita inu, famoso grazie al film con Richard Gere non è certo un cane per neofiti) o di estetica (il dobermann è un cane meraviglioso, tuttavia è un cane per molti ma non per tutti), ma bensì è una questione di personalità! Cosa volete fare con questo cane? Voi come siete? Dolci, autoritari, possessivi, appiccicosi, indipendenti, sereni, sensibili, energici, attivi o pigroni incalliti? Per essere soddisfatti e sereni con il proprio amico bisogna essere sulla stessa lunghezza d’onda!! Non fatevi pregiudizi su grossi o piccini e ricordatevi che sebbene l’occhio voglia la sua parte non dovete farvi condizionare.
Qualche esempio sulle razze di cani che possono abbinarsi ai vari stili di vita:
- se avete uno stile di vita sedentario e tranquillo orientatevi verso un cane da compagnia come ad esempio un maltese, un king cavalier, un carlino oppure verso un bull dog inglese/francese o cani giganti e pesanti come i mastini napoletani ed i mastiff.
- se siete tipi energici e sportivi pensate ai cani da pastore (che hanno sempre bisogno di tenersi impegnati e di usare il cervello) come i border collie o gli australian shepard, ai terrier come i fox o i jack russel, gli amstaff oppure valutate la famiglia dei pincher.
- se siete indipendenti e frettolosi potrebbe piacervi un husky o un cane di tipo spitz che non chiede troppo e si fa gli affari suoi.
- se siete maniaci della pulizia evitate i molossoidi ( hanno spesso labbroni pendenti e molto sbavosi) ed evitate i terrier che amano rotolarsi nel fango (e…”in altro”…)
- se avete l’esigenza di un cane da difesa che vi stia sempre incollato adorerete i pincher come dobermann e schnauzer che vivono per i loro padroni, oppure i i pastori o i bovari.
- se avete bambini in casa pensate a cani pazienti come i golden retriever ed evitate i nervosi, gli iperattivi e gli iperprotettivi ma ricordate sempre ai bimbi che il cane non è un peluche!!
Un’ottima e stimabile scelta può essere quella di adottare un cane meno fortunato che è stato abbandonato o che si trova in canile ma anche in questo caso informatevi bene chiedendo agli operatori del rifugio più informazioni possibili: incrocio, carattere, compatibilità con altri animali e con bambini ecc.
In ogni caso per andare più sul sicuro, oggi giorno ci sono veri e propri servizi professionali che vi possono aiutare nella scelta della razza e del cucciolo che fa per voi, accompagnandovi presso i più fidati allevamenti e consigliandovi la linea di sangue più adatta alle vostre esigenze (i cani selezionati per la bellezza sono sicuramente i più adatti a poltrire in un ambiente cittadino mentre i cani da lavoro necessitano intensa attività fisica e mentale).

Veronica Giuliani