SCEGLIERE “L’ALBERGO”.

Drawing by Moises Gallavotti

A volte non abbiamo scelta, e dobbiamo partire per le vacanze senza il nostro cane. Quando poi non riusciamo ad aggiogare parenti o amici a prendersi cura di lui, l’unica alternativa rimane “l’albergo”. Troviamo sempre così traumatizzante l’idea, e se proviamo a metterci nei suoi panni/peli, non gradiremmo affatto tale scelta. Ma si può ridurre questo effetto/trauma (per entrambi le parti),seguendo alcuni importanti consigli:
- prima di scegliere una pensione, fare un piccolo sopralluogo sul posto per verificare personalmente l’ambiente in cui sarà ospitato il nostro amico.
- Per l’animale sarebbe importante avere la possibilità di abituarsi in modo graduale alla nuova sistemazione, attraverso alcune “visite esplorative”: prima lasciandolo alla pensione per una giornata (dalla mattina alla sera) e poi, a distanza di una settimana, per 24-36 ore; in questo modo non subirà traumi da separazione improvvisa e avrà il tempo di acquisire l’idea che TORNEREMO DA LUI! Cosi sarà inoltre possibile controllare l’efficienza e la sensibilità degli addetti, la compatibilità con altri eventuali animali e l’igiene dell’ambiente.
Inoltre vi consigliamo di:
- lasciare il proprio recapito telefonico al responsabile della pensione per qualsiasi necessità;

- consultarsi con il veterinario per la profilassi antipulci (!!!) e il controllo delle vaccinazioni da effettuare prima di portare il cane in pensione;
- noi personalmente vi consigliamo di lasciargli (oltre alla sua copertina e un suo giochino), anche una maglietta che idealmente avete indossato per dormire (e che quindi sia rigorosamente non lavata). Sentirà il vostro odore e per lui sarà un po’ come essere a casa.
Fonte: enpa

  • http://lajo83.livejournal.com/ lajo83

    sembra la casina di marzapane di Hansel e Gretel!!! belle sulla cuccetta!!!