MAMMA HO PERSO IL CANE.

“ … ed è corsa via più veloce della luce! Potete immaginare la mia disperazione…ho cominciato a urlare, a piangere, mi sentii male, mi sembrava di aver perso un figlio…ho mobilitato mezzo vicinato!!! Eravamo almeno in sette a cercarla, a piedi in macchina e in scooter…”
Il cane di cui sopra è stato ritrovato dopo un’oretta che se la godeva tranquillamente sotto le coccole di alcune persone. La padrona è stata molto fortunata, ma tanti purtroppo non lo sono.
Ecco, ci sono tanti modi per morire, ma smarrire il proprio cane/ gatto secondo me è uno dei peggiori. Alcuni siti come dogsitter.it, propongono una specie di manuale di comportamento per il worst case scenario abbastanza utile; ma una notizia fantastica potrebbe portare nuove speranze a chi le ha perse del tutto: arrivano gli “ AcchiappAnimali”, fondata da due bergamaschi, Luca Spinelli e Andrea Granelli, entrambi addestratori di cani, che hanno importato a Bergamo una particolare tecnica che consente di trovare l’animale smarrito nel giro di poco tempo, grazie all’impiego di un vero e proprio cane investigatore. La tecnica è denominata Pet Detective e arriva dagli Usa (ovviamente). Da quando hanno iniziato a specializzarsi nella ricerca, hanno ricevuto oltre un centinaio di richieste provenienti da tutta Italia.
Il nostro piccolo detective in questione, un setter inglese di nome Napoleone (sei anni, testardo, amante del divano e del relax dopo una dura giornata di lavoro!) è l’unico cane nel suo genere, capace con il suo fiuto e con un particolare addestramento, di ritrovare cani e gatti che si sono persi o sono fuggiti da casa; ma ad aiutarlo nel suo utilissimo lavoro ora troviamo anche tre nuovi membri in formazione, che fanno parte del corpo d’addestramento e presto affiancheranno Napoleone nella sua missione: Nikita (American Staffordshire Terrier, 10 anni, con uno spiccato autocontrollo), Grace (Bloodhound, 12 mesi, si annoia facilmente, adora coccole e contatto fisico) e Gastone (Bloodhound, 14 mesi, adora giocare con gli altri cani sempre e ovunque).
Uno si chiede, ma come fanno “Gli AcchiappAnimali” esattamente a trovare animali smarriti? Diciamo che sono organizzati molto bene e seguono una procedura alla Central Intelligence Agency; hanno tre business unit e ognuna segue delle precise istruzioni. La prima, il centro operativo, stende per primo un profilo comportamentale dell’animale smarrito e poi si occupa tra l’altro dell’analisi satellitare del territorio, delle previsioni di movimento e distanza dell’animale e di avvertire canili e veterinari della scomparsa. La seconda unit, il nucleo operativo, è composta dalla squadra di ricerca e si occupa della ricerca sul posto, dell’affissione di poster e della ricerca di testimoni. La terza unit si occupa dell’individuazione/ recupero dell’animale e porta a termine la missione utilizzando equipaggiamento di rilevazione (fotocamere IR, ecc.), tecniche di riavvicinamento e i “cani calamita”.
Quindi, se hai smarrito il tuo animale, non perdere tempo, chiama prima possibile il Centro Operativo AcchiappAnimali al numero 331 50.38.100.
Il costo della ricerca oscilla sui 330 euro, ad esclusione delle spese di viaggio.
Per maggiori informazioni andate sul loro sito www.acchiappanimali.com.