EROI INDIMENTICABILI.

Dopo l’attacco terroristico dell’11 settembre 2001, più di cento cani da salvataggio hanno rastrellato senza sosta insieme ai loro padroni (poliziotti, militari ma anche privati) Ground Zero, alla ricerca delle vittime ancora vive intrappolate tra le macerie del World Trade Center. Oggi, dieci anni dopo quest’evento drammatico, sono rimasti in vita soltanto dodici dei cento eroi a quattro zampe. La fotografa olandese Charlotte Dumas si è messa alla loro ricerca e li ha trovati. Viaggiando per nove stati americani, Charlotte Dumas ha raccolto le loro storie e li ha immortalati in un servizio fotografico nel loro ambiente quotidiano per poi celebrarli nella mostra fotografica “Retrieved” ovvero “Recuperati” (Saul Gallery NYC). Per voi le immagini, uscite in anteprima qualche giorno fa sul sito del D, e alcuni racconti di questi fantastici e commoventi eroi.

Note: negli ultimi anni la fotografa 34enne si è creata una promettente carriera artistica con ritratti di cavalli del NYPD e cani randagi di Palermo e New York, nel tentativo di dimostrare che “lo stato del genere umano può essere letto e studiato dal modo in cui ci rapportiamo agli animali”. Sofia Coppola ed il compianto Alexander McQueen sono tra i tanti luminari che hanno raccolto i suoi lavori.

Moxie, 13 anni, Massachussett. È arrivata al World Trade Center la mattina dopo gli attacchi e ha identificato 6 corpi e diverse parti di persone scomparse. Si è ritirata dal “lavoro” a 7 anni. Oggi ama cacciare e stare sulla riva dell’oceano.

Orion, 13 anni, California. Ha lavorato per 5 giorni al World Trade Center. Il suo padrone sostiene che “a Orion piaceva davvero il suo lavoro. Era come una missione”.

Red, 11 anni, Maryland. È stata impiegata sui luoghi colpiti nel Pentagono. Si è ritirata a Luglio. Il suo padrone dice che Red vorrebbe continuare a lavorare, ma il suo corpo non gli permette di sopportare più quello sforzo fisico.

Guinness, 14 anni, California. Ha lavorato per 10 giorni al WTC ed è stata impiegata anche sui luoghi colpiti dall’uragano Katrina. Il padrone dice che continuano a farla lavorare, per lei è come un gioco.

Merlyn, Colorado

Merlyn, Colorado

Abigail, California

Fonte: www.d.repubblica.it/argomenti/2011/10/20/foto/cani_11_settembre-600606/7/#media