IL DIARIO DI VIOLA.

Io sono un cane e come tale vi guardo dal basso verso l’alto. La mia testa e’ proiettata verso l’alto perchè vorrei tanto essere come voi. Ho letto in un libro che gli animali che stanno a contatto con gli umani si reincarneranno in persone nella prossima vita. Beh’, io ci spero! Mi sto impegnando tanto per apprendere quanto più posso da voi esseri a due piedini, ma una caratteristica non la vorrei mai perdere. Non vorrei mai guardare le persone dall’alto verso il basso. Vorrei sempre avere l’umiltà che ci contraddistingue e ci fa essere unici! Baci baci, Viola.