NO, NO, NO (TRENO).

Dall’ 11 dicembre 2011 attraversare l’Italia in treno con il proprio cane sarà pressoché impossibile, a meno che non si tratti di un chihuahua o un maltese. Entrerà in vigore il nuovo orario invernale di Trenitalia, da cui spariranno molti degli attuali convogli di classe Intercity e Intercity Notte, che sono poi gli unici, assieme agli espressi e ai treni regionali, su cui sono ammessi i “pets”.
L’ENPA è furibonda: “E’ una situazione non degna di un Paese civile – tuona Carla Rocchi, presidente dell’Enpa- quello che accadrà tra qualche giorno sarà la violazione di un diritto fondamentale, la libertà di circolare sul territorio nazionale. Il regolamento va modificato. Se le cose non cambieranno siamo pronti a portare la questione fino alla Corte europea dei diritti dell’uomo”.
TRENITALIA ribatte: “non c’è alcuna scelta commerciale dietro alla riduzione dei treni accessibili ai pet. Semplicemente gli intercity sono coperti dai contributi statali. E i tagli effettuati dal governo comportano l’impossibilità di garantire lo stesso numero di convogli. Che questo porti a minori possibilità di viaggiare con il proprio cane è una conseguenza possibile, ma non voluta da noi.” L’alta velocità, invece, è coperta direttamente dal mercato. E quanto al regolamento, non ci sono variazioni in vista: “Dobbiamo tenere conto delle richieste della nostra clientela. E la maggior parte di chi viaggia sulle Frecce ha espresso il desiderio di non condividere il viaggio con animali”.
Chiedo scusa a nostri utenti, ma noi personalmente siamo rimaste senza parole.
Diteci la vostra!

Per ulteriori (terribili) informazioni visitate il corriere.it

  • Anonymous

    Lo trovo inconcepibile, non sarebbe più intelligente creare delle carrozze apposta per persone che vogliono viaggiare con il proprio animale???

  • http://www.blogger.com/profile/00004872028058107444 flandilatte

    E’ vergognoso! Ogni anno campagne anti abbandono e pro adozione (sacrosante) ma poi ci rendono la vita impossibile! Nella mia città fino al mese scorso le strade erano tappezzate da mega poster che invitavano i cittadini ad adottare un cane al canile, ma il sindaco dove vive? Lo sa che i bar, i ristoranti e le pizzerie in cui è possibile entrare con il proprio cane si contano sulla punta delle dita? Lo sa che nel più bel parco cittadino e nei giardini pubblici è vietato l’ingresso ai cani? Penso a quei poveri anziani costretti a passeggiare sui marciapiedi…

  • Anonymous

    A Trieste i locali pubblici sono abbastanza accessibili per i cani.
    In compenso le aree verdi sono totalmente interdette ai pelosi,fatto salvo per una minuscola e degradata zona.
    C’è però una parte di spiaggia,chiamata FidoLido creata apposta per chi ha cani.
    Comunque la situazione generale italiana è assolutamente indecente sia per gli umani che per i pelosi.
    Sabrina

  • Anonymous

    Considerando le condizioni della maggior parte dei treni, credo sia una saggia decisione. Sarebbe una vera e propria violenza per tutti i cani viaggiatori che meritano trattamenti migliori…;-)

  • http://www.blogger.com/profile/05735416384846879466 MG e Fabee

    ;) !