BRAVEHEART.

“A foolish act of bravery”, è cosi che i pompieri hanno chiamato ciò che per tutti noi è la massima espressione d’amore che un uomo possa avere nei confronti del suo animale. L’uomo che vedete nella foto ha suscitato la rabbia dei pompieri per aver rischiato la propria vita per salvare il suo cane, caduto nelle gelide acque del fiume Stour nell’ Essex. Vedendo il cane intrappolato, l’uomo si è spogliato fino alle mutande e si è poi precipitato sul ghiaccio sottilissimo, cercando di avvicinarsi al cane strisciando. Pochi metri prima di raggiungerlo ha ceduto il ghiaccio…. ma non il nostro eroe! I testimoni raccontano che quando l’uomo è caduto in acqua ha iniziato a nuotare (!) verso il cane e lo ha afferrato per riportarlo sulla superficie ghiacciata. Il cane è subito corso a riva, ma il suo padrone ha dovuto nuotare ancora per un paio di metri nell’acqua gelida prima di raggiungere la riva salvifica. Una volta toccata terra, pare che si sia rivestito e sia andato via insieme al suo cane.
Foolish? Forse… ma di sicuro è un gran padrone!
Prendiamolo però come warning, perchè da me in montagna è successo tante volte che cani finissero nel lago ghiacciato, e di conseguenza anche i padroni con un salto a carpione. Purtroppo però non sempre è finita bene, sia per gli uni che per gli altri, quindi ragazzi pensiamoci bene prima di portare a spasso i nostri pets su acque gelate!