RE: LA VITA VE PRESA DI PETTORINA!

Qualche giorno fa un nostro lettore ha lasciato un commento interessante riguardante l’articolo “LA VITA VA PRESA DI PETTORINA”, e noi non potevamo non rendervi partecipi!
Buona lettura, le lovedogbloggers.

Bell’articolo. Concordo sul fatto che bisogna assolutamente evitare i collari a strozzo. Sono dannosi e francamente poco efficaci. Guardiamo un po’ il perché:
- Il loro principio di funzionamento sembra semplice ma è sbagliato!
-Il cane tira, lo punisco.
-Il cane tira, lo punisco.
-Il cane impara che se tira viene punito, e quindi non tira..
…ehm, in realtà, non funziona!!!

Il cane impara che quando tira al guinzaglio il collare si stringe e quindi si preparerà alla morsa irrigidendo i muscoli di collo e spalle per diminuire il dolore (esattamente come chiunque si irrigidisce quando sa che prenderà un colpo). Questo porta ad un aumento costante della tensione dei muscoli cervicali. Il cane presto impara ad irrigidire il collo (riconoscendo le sensazioni sonore e tattili) fin dell’inizio dello strangolamento quindi rendendo quasi del tutto inefficace il tentativo di punire il cane attraverso la stretta del collare.
E’ comune sentire dire: il mio cane tira nonostante il collare a strozzo! Certo, perché il cane ha imparato la cosa più semplice: prepararsi al dolore irrigidendo la muscolatura. E’ una reazione cognitiva involontaria, la imparerebbe anche un pollo.
Per il cane la strattonata e lo strangolamento diventano solo un prezzo da pagare per fare un giro all’aria aperta, qualcosa di inevitabile, non qualcosa da evitare.
Con lo “strozzo” si tenta di insegnare al cane cosa NON fare, senza però fare nessuno sforzo per indicare al 4 zampe quello che realmente vogliamo da lui: una passeggiata tranquilla, in cui l’umano decide il percorso, la sua velocità e le sue fermate in armonia con le esigenze del cane. Insegnare al cane a passeggiare con un collare a strozzo è come dare indicazioni stradali partendo da tutte le strade da NON prendere e le svolte da NON fare…non è certo il modo più chiaro di spiegarsi…
Con il collare a strangolo, il peloso rimane sotto stress per le punizioni ricevute: aumentando la reattività a stimoli ansiogeni. Quindi si rischia di accrescere fobie ed aggressività… e di conseguenza anche la possibilità che il cane tiri molto di più al guinzaglio (per andarsi ad azzuffare con un altro quattro zampe o per fuggire da qualcosa che ritiene pericoloso)!
Poi c’è un ultima cosa che il nostro peloso impara quando si inizia ad usare un collare a strozzo: il suo padrone, per qualche oscura ragione, si è trasformato da persona empatica ed affettuosa …in una persona con inspiegabili picchi di violenza dittatoriale… ma quel collare… non sarà mica sotto un incantesimo di magia nera? Per mantenere il potere punitivo dello strangolo, le strattonate diventano sfortunatamente sempre più forti. Non c’è amore tra cane e padrone, è un rapporto di dominio ed intimidazione. Volete che il vostro cane vi ami? O che sia terrorizzato da voi?
Spero di avervi convinto… qualsiasi sia la taglia del vostro cane, con il collare a strozzo non andrete lontano… se non trainati dal vostro miglior amico!!!

Davide Mazzei (uno che usava il collare a strozzo, prima di capire come si addestrano i cani)