E L’UOMO CREO’ IL CANE.

Quarantacinque mila anni fa, quando l’emisfero del nord era ancora interamente ricoperto di ghiaccio e regnavano freddo e siccità, la terra apparteneva ai lupi. Le immense valli che ricoprivano il terreno, erano il giardino di milioni di lupi che ci giravano sempre in branco e l’uomo allora ammirava, ma temeva profondamente la velocità, la ferocità e i sensi ultra sviluppati di questo animale; e se l’uomo dell’era glaciale si dovesse essere sentito perennemente osservato, è perchè effettivamente lo era (vedi L’AVVICINAMENTO, L’INNAMORAMENTO, LA CREAZIONE). I lupi si aggiravano attorno all’uomo perchè curiosi come quest’ultimo, e perchè l’odore di carne alla brace era una delizia irresistibile. Presto il lupo capì che dove c’era l’uomo c’era il cibo, e questo per loro era un grande incentivo dato che, nonostante fossero dei grandi predatori, non sempre il duro lavoro di caccia veniva premiato. Con il tempo l’uomo si accorse che il lupo, con le sue abilità ipersensoriali, poteva tornargli utile nella caccia, e, premiandolo con il cibo, “creò” questa nuova collaborazione. Inizialmente era solo lavorativa, ma presto subentrò l’affetto; presto l’uomo scoprì quanto l’aiuto di un fidato animale era indispensabile per sopravvivere.
È cosi che iniziò la storia d’amore più bella del mondo.

La storia tra uomo e cane è una risorsa infinita di amore e dipendenza reciproca; l’uomo con il tempo ha affinato la sua conoscenza e la sensibilità verso i 4 zampe, scoprendo che ogni cane ha un talento spiccato come il fiuto, la velocità, l’udito, la forza, un cuore puro e mille altri, e scoprendo questi talenti e imparando ad usarli in modo mirato, ha trovato nel cane un aiuto indispensabile che nessun essere umano potrebbe sostituire.
Così oggi i Border Collie aiutano i nostri Pastori a pascolare, i Pastori Tedeschi proteggono le nostre case, i Labrador guidano i nostri cechi, i Fox Terrier ci aiutano nella caccia, i Lagotti fiutano i Tartufi (senza mangiarseli, a differenza dei maialini golosi), i Retriever ci soccorrono… Si, ancora oggi i cani ci salvano la vita tirandoci fuori dalle acque mentre anneghiamo, dalle macerie di palazzi crollati, o semplicemente appoggiando il loro musetto sulle nostre ginocchia mentre ci guardano con i loro occhi pieno di amore, e ci salvano dal mondo di oggi, per il quale forse non siamo stati creati. E si, viceversa, ancora oggi noi salviamo la vita a loro, dando loro cibo e amore infinito, perchè sappiamo che senza di loro saremmo persi.
È così che l’uomo creò il cane, e il cane creò un legame UNICO.

Un nostro lettore, Nicolò S., in uno scambio di mail, ha detto una frase che riassume esattamente il senso che volevo dare a questo articolo: “avere un cane non significa solamente entrare in casa dopo una giornata di discussioni, di progetti e, ahimè, anche di delusioni quotidiane, e trovare un contatto affettivo, ingenuo e per questo puro ed istintivo. Significa diventare stupidi nel buon senso del termine, inventandosi quotidianamente soprannomi assurdi. Tornare bambini semplicemente per un senso di piacere. È puro edonismo: fisico e psicologico”.
Buon inizio settimana a tutti amici e, se vi va, buona visione!

  • Anonymous

    Bellissimo!

  • http://www.blogger.com/profile/05360229515616788456 federico

    grandi! un documentario bellissimo… e poi pensavo…dog is god al contrario…solo una coincidenza?