LA PSEUDO-GRAVIDANZA.

Buon giorno a tutti e ben trovati!
Oggi vi parlerò di un argomento utile per chi convive con una signorina a quattro zampe.
Spesso mi portano in ambulatorio cagnoline che circa a distanza di due mesi dal calore manifestano strani comportamenti ed hanno le mammelle gonfie. I sintomi evidenziati durante la visita (e dal proprietario) sono quelli di gravidanza a termine ed includono: aumento di peso, iperplasia della ghiandola mammaria con presenza di latte, scolo vaginale mucoso, inappetenza, irrequietezza, preparazione del nido per il parto ed adozione di oggetti inanimati.
La pseudo gravidanza è un’esasperazione dei normali fenomeni fisiologici che accadono in ogni cagna non gravida mentre completa la fase luteinica del ciclo estrale e sono il risultato della diminuzione delle concentrazioni di progesterone e dell’aumento della prolattina che sono due ormoni.
Tutto ciò capita maggiormente ai cani di piccola taglia e generalmente non comporta rischi, bisogna però portare ugualmente il cane dal veterinario perché stabilisca se è necessario o meno somministrare un farmaco per mandar via il latte. Altre volte invece il cane è abbattuto e le mammelle non sono solo gonfie, ma anche dure, calde e dolenti; questo capita quando si instaura una mastite, ovvero un’infezione a livello della ghiandola mammaria. In questo caso sarà necessaria anche una copertura antibiotica.
A casa, oltre ai farmaci eventualmente prescritti dal veterinario, potete fare degli impacchi locali con acqua fredda, eliminare gli eventuali pupazzi che le vostre cagnoline hanno adottato (loro sono convinte di dover prendersene cura) e, cosa importante, NON continuate a controllare se c’è ancora latte perché la continua palpazione delle mammelle ne stimola la produzione.
Ultimo accorgimento: al parco possono manifestare comportamenti diversi rispetto al solito; spesso sono più nevose e tendono a litigare più facilmente, quindi prestate attenzione alle vostre cagnoline che non vadano a mettersi nei guai e, se non hanno molta voglia di stare in compagnia in quei giorni, fate passeggiate più brevi e lasciatele tranquille a casa.
Buona giornata a tutti,

Orsola Grignani