IL DIARIO DI VIOLA.

Ciao a tutti amici miei, oggi vi vorrei parlare di un argomento serio: la sindrome della testa tremula. Io purtroppo l’ho avuta tanti anni fa e ora mi e’ tornata. Ricordo ancora la notte in cui mi e’ venuta. Stavo dormendo beata quando ad un tratto ha iniziato a vibrarmi la testa in maniera irrefrenabile. E’ capitato uno, due, tre… Infinite volte. La mamma e il papà erano preoccupatissimi, io, invece, vedevo tutto che ballava ma non avevo nessun dolore.
Mi hanno portato subito dal veterinario che non riusciva a capire che cosa fosse successo e alla fine ha optato per crisi epilettica. Ci ha lasciato andare dicendo che se fosse successo ancora avrei dovuto iniziare la cura per l’epilessia. La mamma e il papà non erano convinti e grazie a santo internet e a un bravo veterinario specializzato in bulldog sono venuti a conoscenza di questa sindrome. Alcuni cani di razza soffrono di questa strana patologia che, purtroppo, è poco conosciuta anche tra i veterinari. Se da un lato, per fortuna, pare non avere nessun effetto negativo sulla nostra salute, proprio questo fatto comporta un totale disinteresse da parte delle case farmaceutiche e del mondo accademico: se non fa male… non serve curare, e quindi nessuno se ne interessa. Purtroppo questa “ignoranza” fa si’ che alcuni veterinari possano scambiare questa sindrome (magari a causa di una descrizione non precisa da parte del padrone) per epilessia, mentre non ha nulla a che vedere con questa malattia. Questo sbaglio può comportare la prescrizione errata di farmaci anti epilessia, mentre non si tratta di epilessia, che possono avere spiacevoli effetti collaterali. Cerchiamo quindi di capire bene cosa sia la sindrome della testa tremula e come si manifesta. In questo modo sapremo riconoscere un attacco di questa sindrome e non ci faremo prendere dal panico (cosa fondamentale!!!). La sindrome della testa tremula si manifesta maggiormente quando si è in uno stato di dormiveglia (ci si sta per addormentare o ci si è appena svegliati). Inizia con un tremito su tutto il corpo, poi si concentra sulla testa. Questa inizia ad oscillare ritmicamente e lentamente, proprio come succede a una persona affetta dal morbo di Parkinson. Questo tremolio della testa continua anche se siamo svegli. Possiamo camminare, muoverci normalmente. Ma la testa continua ad oscillare. Questi episodi possono durare diversi minuti (mediamente tra i 5 e 10 minuti), anche meno e sono di intensità variabile. Per interrompere l’attacco basta farci concentrare su qualcosa, un gioco ad esempio, in modo che si riprenda completamente il controllo della muscolatura della testa. Piano piano l’attenzione sarà tutta concentrata sul gioco e il tremore sparirà. E via di coccole!!! Questo però serve solo a fronteggiare l’attacco che si sta manifestando. Prevenire questa sindrome è piuttosto facile. Diversi allevatori suggeriscono di darci del parmigiano o grana, formaggi ricchi di calcio. Pare infatti che sia una mancanza di questa sostanza a provocare questa sindrome (alcuni dicono potassio invece del calcio). In effetti il calcio (ma anche il potassio) è molto importante nella trasmissione di informazioni nell’apparato nervoso dei mammiferi. Quindi per prevenire è sufficiente dare del grana o del parmigiano regolarmente (senza esagerare). Questo va dato soprattutto nei periodi di stress, quando cioè è più probabile che la sindrome si manifesti. I momenti di stress possono essere moltissimi: cambi di stagione, interventi chirurgici, periodo di calore nelle femmine, un parto o una gravidanza, cambiamenti nelle abitudini in famiglia, arrivo o partenza di un membro della famiglia… insomma come vedete moltissime cose possono causare uno stress a noi cuccioloni. Non tutti i bulli, per fortuna, ne soffrono, e chi segue la prevenzione di solito non deve temere di affrontare nuovi attacchi.
Perché vi dico questo? Perché ieri sera mi e’ tornata e vi devo dire la verità… Un po’ stressata mi sento. Purtroppo la mamma e il papa’, con l’arrivo di Andrea, hanno meno tempo per me ed io anche se mi faccio vedere forte… Dentro ci soffro tanto. Come mi e’ passata la volta scorsa? Con tanto amore e tanto gioco. Come sono sicura che mi passerà ora? Sempre con tanto amore e tanto gioco. ;)
Vi voglio bene. Viola la bulldogga!