PLEASE DON’T STOP THE MUSIC!

Buon pomeriggio a tutti!
Nel nostro articolo Dogs & Music spiegavamo come i vari generi musicali, anche se percepiti in modo diverso con il loro orecchio, possono influenzare il mood dei cani. Oggi vogliamo riprendere questo argomento, estendendolo a nuove dimensioni e introducendovi alla musica creata appositamente per allietare le orecchie dei nostri amici cani.
Dal 2008 infatti è ormai in circolazione il Cd  “through a dog’s ear”, nato da una grande collaborazione tra il noto ricercatore psico-acustico  Joshua Leeds e la pianista virtuosa Lisa Spector.
L’idea nasce da Lisa Spector che, osservando i suoi cani mentre lei suonava il piano, si accorse che loro amavano stare ai suoi piedi ad ascoltare la sua musica sereni e rilassati. Decise cosi di confrontare Joshua, incontrato ad una sua conferenza sulla psicoacustica, con questo fatto curioso, proponendogli di creare insieme musica per cani.
Le ricerche condotte in seguito anche con l’aiuto di neurologi veterinari, hanno portato alla riproduzione dei grandi classici come il prelude di Bach e le nocturne di Chopin, adattate alle peculiarità di un orecchio canino. Noterete infatti come sono lenti i pezzi e come alcuni sono suonati un’ottava più bassa del normale, per aumentare l’effetto benefico. “Lo scopo” dice Joshua “è proprio quello di tranquillizzare e rilassare gli animali.” (E vi assicuro che è vero, mentre scrivo questo articolo sto ascoltando un brano trovato su internet e Pauline che stava insistendo da un po’ per giocare si è sdraiata di fianco a me ora… sono senza parole). “Inoltre riduce gli stati d’ansia creati dalla paura di separazione”.
Di seguito hanno provato a suonare i brani presso dei canili, ambienti di solito tristi e freddi, dove spesso i cani sono molto turbati e ansiosi. E davvero, il 70 % dei cani hanno cambiato atteggiamento, mostrandosi calmi e rilassati ascoltando queste note. Oggi diversi canili hanno adottato il metodo di Joshua e Lisa, con un doppio riscontro positivo: d’un lato i cani sono più sereni, e dall’altro, l’atmosfera che si crea sulle note dei grandi compositori classici, diventa più gradevole e incentiva le persone ad associare sentimenti positivi quando visitano un canile. Grazie anche al loro aiuto, in America si è riscontrato un’aumento delle adozioni nei canili, e questo è musica per le orecchie di noi amanti degli animali.
PS: ai gatti ci ha pensato il violoncellista e compositore David Teie, creando musica per gatti.

Photo credit: FreeHDWall.Com