I TUOI DOVERI. I SUOI DIRITTI.

La cura, il rispetto delle caratteristiche etologiche e la tutela dei nostri amici animali, sono doveri morali, oltre ad essere precisi obblighi giuridici. I cani, come gli altri animali, provano piacere e dolore, hanno emozioni e bisogni la cui frustrazione provoca disagio, sofferenza, difficoltà fisiche ed emotive. Questa realtà è stata finalmente codificata dal nuovo trattato dell’Unione Europea, che all’art II-13 riconosce agli animali lo status di esseri senzienti. Alla loro tutela infatti intervengono varie norme: Leggi nazionali, Ordinanze Ministeriali, Leggi regionali, regolamenti comunali e anche il Codice civile ed il Codice penale. Ecco una panoramica legislativa, che regola la convivenza tra uomini e animali nella società. Oggi, l’abbandono.

L’ABBANDONO:
Chi abbandona un cane commette un reato. Ai sensi dell’articolo 727 del Codice penale, così come modificato dalla Legge n. 189/2004, chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino a un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10 mila euro.
Chiunque assista a un caso di abbandono deve sporgere denuncia a un qualsiasi organo di polizia nazionale (Carabinieri, Polizia di stato, Corpo Forestale dello Stato) o di polizia locale (Polizia Municipale, Polizia Provinciale) e fornire tutti gli elementi utili all’individuazione dei colpevoli.

Quando scegliete un cane tenete presente che nei canili italiani ve ne sono ben 600 mila in attesa di una famiglia e che adottandone uno gli donerete le cure e l’affetto negati, e darete al contempo un importante contributo alla lotta al randagismo. Sappiate inoltre che la vostra preferenza non deve andare per forza a un cucciolo. Anche con i cani adulti si possono instaurare rapporti meravigliosi!

Vogliamo concludere citando una frase dell’ On. Francesca Martini, Sottosegretario alla Salute:
“Se vogliamo che la nostra società sia considerata «civile» abbiamo il dovere di tutelare e rispettare il mondo degli animali e, tra questi, i nostri compagni da sempre: i cani. Il cane ci tiene compagnia ed è in grado di capirci, sa quando siamo felici o quando siamo tristi. Spesso è lui a comprendere i nostri stati d’animo e i nostri bisogni e con lui si stabilisce un legame così forte tanto che lo consideriamo un componente a tutti gli effetti del nucleo familiare. Adesso tocca a noi imparare a capirli, e a difenderli….”.

Peace & Dogs, Always.

Fonte: Dizionario Bilingue Italiano/Cane – Cane/Italiano.