IL MAIALE DA COMPAGNIA.

Nella cultura occidentale, il Maiale è uno degli animali da macello più diffusi e più utilizzati dall’uomo, anche in ragione dell’ampia gamma di sottoprodotti derivati. Islam e Ebraismo invece ne probiscono il consumo, per motivi igenico-sanitarie e religiose, vedendo il maiale come fonte di germi e di misera natura. Mentre vanta una pessima fama per gli uni, finisce sul piatto degli altri ed in tutto cio’ viene totalmente trascurato il fatto che in realtà si tratta di uno degli animali più intelligenti al mondo.
E’ il più sveglio tra i comuni animali domestici: nella scala d’intelligenza (ufficialmente stabilita dagli esperti in questo campo), al primo posto troviamo i primati, seguiti dalle balene, i delfini (I cetacei in genere), i maiali e poi i cani ed i gatti. I maiali, infatti, sono tra quelle creature dotate non solo di memoria a lungo termine (cani e gatti hanno solo memoria a breve termine), ma anche di intelligenza “creativa”.
Su internet ho trovato la testimonianza del padrone di un maialino chiamato “Speck” (…) che ha deciso di sfatare i luoghi comuni sui maiali, dandoci un nuovo punto di vista che forse non avevamo mai considerato….

Cosa può fare un Porcello?
Sapevate che i maiali possono essere addestrati? Un maiale addestrato infatti può anche imparare a fare i giochetti più classici e comuni come sedersi, sollevarsi in piedi su due zampe e tante altre cose di questo tipo. Fate vedere qualcosa del genere ai vostri amici: rimarranno senza parole! Al di la dell’addestramento pero’, sono in grado di utilizzare gli strumenti a loro disposizione per raggiungere un fine. Ad esempio, il mio piccolo Speck ha avuto, in maniera autonoma e senza aver mai visto fare niente del genere a nessuno, l’idea di utilizzare un morbido e voluminoso cuscino come scala per arrampicarsi sulla mia poltrona, in cerca di coccole. Essendo molto goffo nei movimenti, Speck ha cercato una soluzione per salire insieme a me sulla poltrona gironzolando pensieroso per casa ed alla fine ha trascinato il cuscino sino alla poltrona, lo ha adagiato contro e ci si è arrampicato!

Maiale da Compagnia:
Ma non limitiamoci all’intelligenza. Un maialino, è davvero di compagnia? Certo ed anche moltissimo. I maiali hanno una fortissima personalità. Emettono tantissimi versi, hanno un ampissimo vocabolario e, in pratica, si può dire che parlino. E non solo! Si aspettano che noi li capiamo! E, dopo qualche tempo, ogni padrone capisce quello che il maialino vuole dirgli. A seconda dei versetti che faceva ad esempio, io sapevo sempre se il mio Speck aveva fame, sonno o solo voglia di coccole o gioco. Sono creature certamente goffe e limitate nei movimenti, ma i maialini non vedono l’ora di correre con i propri padroncini in giro per i prati! Vogliono sempre essere accarezzati, coccolati e si esibiscono in ogni tipo di effusione affettiva: si strofinano, danno i bacetti ed arrivano anche a stendersi in terra supini per farsi accarezzare il pancino! Fra l’altro, la varietà di personalità tra un maiale ed un altro è immensa: non ci sono due suini al mondo con lo stesso identico carattere, proprio come le persone. Un porcello, dunque, è un ottimo animale domestico e da compagnia.

Pulizia:
Sento spesso dire che i maiali sono animali sporchi. In alcune popolazioni, questa credenza è tanto radicata che sono addirittura arrivati a considerare i suini creature immonde! Ebbene, il maiale è tra gli animali più puliti che ci siano, per quanto riguarda gli animali domestici, è secondo solo al gatto che, per istinto, tiene in maniera maniacale alla pulizia. Il maiale, per quanto riguarda i bisognini, è, come abbiamo detto, facilmente addestrabile ad andare “in bagno” solo a determinati orari ed il determinati posti.Una delle cose più belle è che i maiali tendono a scegliere un certo posto come loro bagno abituale. Da quel momento in poi, tendono ad espletare i loro bisogni solo in quel preciso posto. Ad esempio, Speck, faceva la pipì sempre nello stessa porzione di prato e i bisogni un po piu’ importanti solo dietro determinate siepi. Non conosco il motivo di tali scelte ma una cosa è risaputa: il maiale non ha dei grandi istinti territoriali (in verità ha ben pochi istinti marcati a parte quello per il cibo ed il sesso) e, dunque, non farà mai i suoi bisogni in più posti durante la stessa passeggiata ma solo quando ne ha bisogno veramente ed espleta i propri bisogni tutti insieme. Una bella comodità per il padrone che lo porta a spasso. Io, ad esempio, avevo insegnato a Speck che, se per qualunque ragione io non avessi dovuto portarlo a spasso ad una certa ora e gli fosse scappato un bisognino impellente, avrebbe avuto tutto il diritto di fare la pipì in una doccia che è stata predisposta proprio come suo bagnetto personale. Il mio bel porcello apriva la porta scorrevole della doccia, entrava, ci faceva la pipì e, come gli avevo insegnato, usciva e chiudeva la porta così come l’aveva trovata (Per evitare fuoriuscite di odori).

Il Maiale non puzza?
Proprio per nulla! È assolutamente inodore, non suda e quindi non emette nessun odore (Ogni tanto, però, magari gli scappa una puzzetta ) Speck non sopportava di essere sporco a lungo. Certo, poteva capitare che si rotolasse nel fango se era estate ed aveva molto caldo, oppure poteva scavare sottoterra sino a rendere il suo grugnetto un ammasso di terra! Fatto sta che, alla fine dei suoi giochi, trovava sempre un modo per pulirsi perfettamente: si strofinava tra le siepi sino ad essersi liberato dalla terra oppure strisciava il grugno tra il fogliame finché non se lo puliva per bene. Era sempre disponibile a farsi pulire il nasone e le zampette con un foglio di carta assorbente, se era sporco. Non gli dispiaceva neanche ritrovarsi sotto un getto d’acqua, se questo poteva servire ad essere lavato! I maiali, infatti, non disprezzano per nulla il lavaggio, anzi, lo gradiscono! Certo, tenendo un maiale in un porcile pieno di fango ed escrementi cosa ci si aspetta? Che voli e riesca a tenersi pulito per miracolo? Sono le condizioni in cui vengono tenuti i comuni maiali ad essere vergognose, non i maiali in se che non ne hanno alcuna colpa.

Aggressività:
Un’altra cosa comunemente considerata vera, è che il maiale sia una bestia aggressiva. Non è affatto vero! Nessun maiale tenuto bene e trattato con affetto si sognerebbe mai di attaccare chicchessia! Il maiale è un animale docile per natura, sa difendersi ma non è dotato di istinti aggressivi. Ho sentito parlare di maialini che si sono dimostrati aggressivi verso altri animali domestici oppure verso i bambini, diciamo che nella maggior parte dei casi, il problema nasce dal fatto che una famiglia possiede già un maialino di una certa età quando giunge un nuovo arrivo ed il porcello vede il nuovo arrivato come un cambiamento e se non lo si educa subito a conviverci e ad affezionarcisi, l’animale potrebbe tentare di difendere la sua famiglia così come la conosceva in passato. Quindi basta educare l’animale a non comportarsi in questa maniera. Insomma, spero di essere riuscito a sfatare la maggior parte dei luoghi comuni che vedono il maiale come una animale grosso, stupido, sporco ed anche pericoloso! Il maiale è, di fatto, tutto l’opposto.

Buon we!!