CANINE ARCHITECTURE

 

Nel 1956 un ragazzino di Nome Jim Berger, che aveva allora 12 anni, scrisse una lettera all’architetto che aveva progettato la casa dei suoi genitori. Gli chiese se poteva progettare una casetta per il suo cane Eddie, una che somigliasse un po’ alla casa padronale. Aveva anche già pensato a come pagarlo; si era guadagnato un “bel po’” di soldi distribuendo i giornali nel vicinato. Scrisse:

“I would appreciate it if you would design me a doghouse, which would be easy to build, but would go with our house … (My dog) is two and a half feet high and three feet long. The reasons I would like this doghouse is for the winters mainly.”

E qualche mese dopo, i piani della casetta per Eddie arrivarono…free of charge. Sapete chi era l’architetto? Nessun altro che Frank Lloyd Wright.