L’INTERVISTA DI MACCHIA


- Presentati: Mi chiamo Macchia. Secondo il mio parere sono bellissimo, anche se sento sempre ripetere che ho le zampe corte e le orecchie da pipistrello. L’unica che mi difende da queste assurde illazioni e che spertica ovunque le mie lodi è la mia amica umana, che è abbastanza sveglia ma ha manie assurde, tipo quella di correre ogni mattina…attività assolutamente detestabile che io tento di ostacolare in ogni modo.

- Una cosa che adori: la meditazione….nonostante si possa pensare che io ami poltrire sul divano, io in realtà medito, entro in trance ascetica e rifletto sui mali del mondo. Ovviamente disteso sulla copertina di pile del divano…bien sur!!

- Una cosa che odi: L’idraulico….ha un ghigno detestabile ed è odioso. Io cerco di spiegarlo alla capa con tutto me stesso, ma lei impavida procede e gli prepara pure il caffè. Per somma disgrazia poi vengo confinato nello studio. Il mondo è un luogo ingiusto!!!

- Il superpotere che vorresti avere: Cosa posso volere di più dalla vita???…..ricordo bene quel giorno in cui la capa e la sua amica guardavano un film dal titolo pieno di promesse; “la mia africa”. Ovviamente io mi aspettavo vicende di intrepidi animali, invece era una trita storia d’amore infelice. Mentre mi stavo per appisolare annoiato sulle ginocchia della capa l’attrice sentenzia enfatica “quando gli dei vogliono punirti, realizzano i tuoi desideri…….” . Mi si sono rizzati i peli del dorso, inutile dire che non ho più osato desiderare nemmeno il gatto dei vicini…(forse quello si!!!!!)

- Musica: Qui mi obbligano ad ascoltare il reggae, ma io sono un fanatico di mozart.

- Piatto preferito: Da vero gourmet…adoro il pesce!!!!

- Raccontaci un aneddoto: Ne racconta tanti la capa di aneddoti….io preferisco tacere… almeno io….lei chiacchiera, le sue amiche chiacchierano continuamente. Parlano in casa, parlano in una specie di telefono portatile, parlano quando si limano le unghie, parlano mentre guidano (anche se è severamente punito dalla legge). Vivo in un branco di gran parlatori…..fatemi tacere almeno voi!

- Parlaci della tua padrona: In effetti dire padrona è sicuramente esagerato. Lei crede di comandare e guidare il nostro piccolo branco (lei, io, un bambino di 8 anni e un pesce) ma a volte penso che perfino il pesce ci riuscirebbe. Per inciso il pesce si chiama Presidente. Comunque la capa è tipa regolare, che però ha amicizie stravaganti e abitudini assurde, tipo quella di condividere il cibo con un sacco di gente per cena. Ad essere onesti sono tutti molto gentili con me e portano compagni di gioco (altri cani) amichevoli con cui giocare alla guerra o meglio alla resa.

- La scritta sopra la tua cuccia: come disse l’eroe Paride, primo nella storia antica, la patria non è dove si nasce, ma dove si sta bene. W il lettone…W il piumone…bauuuuuuuuuuuuuuuuuuu