UN CHIEN ET UNE FEMME – PART 6/17

 

Un romanzo a puntate di Pamela Giorgi, Parte 6/17

 

Ci amiamo perché ci amiamo non perché ci capiamo. Tutti quanti. Circa due/tre volte a settimana vado inutilmente a correre sul fiume. Con macchia. Arrivo nella radura (reminiscenze dantesche) posteggio il bolide e faccio scendere il grufolante. Si capisce da subito che io e macchia abbiamo aspettative diverse dalla vita. Io inizio a corricchiare. Macchia ad annusare. E sono due azioni che si annullano a vicenda. Io lo chiamo. Lui mi rincorre a grandi falcate, per poi riperdersi dietro piste e odori e me sconosciuti. Mi fermo. Lo aspetto. Mi supera. Mi guarda con incomprensione. Lo guardo con fastidio. La soluzione più sensata sarebbe quella di smettere di portarlo con me. Ma io ho capito una cosa. Il bello della vita è far perdurare la contraddizione. Correre e annusare. Tutto qui.

 

 

Pamela compie i suoi studi tra Pavia e Brescia. Si occupa di ufficio stampa e comunicazione per il settore industriale. La sua passione per la poesia è sfociata in una prima raccolta dal titolo “Svelata” per Lupo Editore. Alla sua implicita passione per i quadrupedi canini se ne sommano molte altre. E’ infatti una instancabile sportiva, una lettrice vorace e un’appassionata di moda.