UN CHIEN ET UNE FEMME – PART 7/17

 

Un romanzo a puntate di Pamela Giorgi, Parte 7/17

Io e macchia siamo stati al circo. Ci siamo presi una poltrona e ci siamo accomodati per assistere allo spettacolo. All’inizio tutto bene. Ma che meraviglia…i colori, i bimbi, molte carezze per il mio cane (aho…sono gggellossaaaaaa….!!!!) e poi finalmente comincia. E inizia con i cammelli. Un lieve odore di sterco inizia ad aleggiare per il tendone. E macchia entra in fibrillazione. Nulla lo tenta più degli effluvi delle deiezioni umane o animali. Ha l’espressione di chi è in paradiso ma non può goderne….guarda i placidi cammelli ondeggiare e freme. Ogni tanto mi lancia un’occhiata come per dire “lo so che non mi lascerai andare, non fare scenate, non vado!!” ma io so con il cuore è sulla pista del circo a schivare zampate. E penso alla sua visione del mondo, un luogo dove l’odor di cacca è al primo posto. E penso al mio di mondo, in cui i profumi che adoriamo sono stabilizzati e potenziati dallo zibetto, animale che ha dato il nome al suo ormai famoso aroma. Ma sappiate che lo zibetto lo rilascia dal posteriore con cui sfrega vigorosamente le piante per segnare il territorio. Alla fine credo che Macchia sia solo più onesto.

 

Pamela compie i suoi studi tra Pavia e Brescia. Si occupa di ufficio stampa e comunicazione per il settore industriale. La sua passione per la poesia è sfociata in una prima raccolta dal titolo “Svelata” per Lupo Editore. Alla sua implicita passione per i quadrupedi canini se ne sommano molte altre. E’ infatti una instancabile sportiva, una lettrice vorace e un’appassionata di moda.