TRIBUTO AL PIANETA TERRA

“Nove anni fa due uomini iniziano una straordinaria ricerca: trovare e documentare tutte e 39 le specie dei leggendari uccelli del paradiso. Dopo 18 spedizioni e oltre 39.000 fotografie, il loro sogno si è finalmente realizzato”.

 

Stamattina mentre curiosavo come ogni lunedì mattina sul sito di National Geographic, sono inciampata sul titolo: “ALLA RICERCA DELLE CREATURE DEL PARADISO”.
Da piccolina pensavo che fossero solo creature mitologiche inventate dal MERCANTE IN FIERA per divertirsi insieme la sera di Natale… poi un bel giorno cresco e scopro che la natura vanta creature molto più che mitologiche, molto più che incredibili, molto più che paradisiache.

“In Nuova Guinea vivono canguri che si arrampicano sugli alberi e farfalle grandi come frisbee che sfrecciano nella foresta tropicale, dove mammiferi che depongono le uova si nascondono nel fango. Le rane hanno nasi degni di Cyrano e i fiumi traboccano di pesci arcobaleno.
Ma nessuna di queste meraviglie naturali ha affascinato così profondamente i ricercatori quanto le creature che il naturalista dell’Ottocento Alfred Russel Wallace ha chiamato i più straordinari e meravigliosi abitanti piumati della Terra: gli uccelli del paradiso”.

Buona visione e buona lettura amici,
le lovedogbloggers

 

L’alba accende la parata nuziale di un uccello del paradiso maggiore sull’isola di Wokam, in Nuova Guinea. I maschi strappano le foglie dai rami apicali degli alberi per ripulire la scena dei loro rituali di accoppiamento.

 

Un uccello del paradiso minore ostenta le sue piume dei fianchi per allettare le femmine.

 

Un maschio di uccello fucile magnifico ricorre a un cosiddetto “cambiamento di forma” per impressionare la potenziale compagna. Il rapido scuotere della testa trasforma la macchia iridescente del petto in un segnale di prestanza sessuale.

 

Un maschio di uccello fucile magnifico appallaiato accanto alla compagna “stregata” dal cambiamento di forma.

 

Un maschio di uccello del paradiso reale si aggrappa a una liana nella foresta pluviale. Gli splendidi colori e le bizzarre piume della coda sono frutto di millenni di evoluzione competitiva per attrarre le compagne.

 

Laman e Scholes hanno trovato il raro uccello del paradiso di Wilson sull’isola indonesiana di Waigeo.

 

Muscoli speciali permettono all’uccello del paradiso del re di Sassonia di far oscillare ogni penna ad antenna della testa – lunghe anche mezzo metro – secondo un arco di 180 gradi durante la parata nuziale.

 

Un uccello del paradiso dodici fili emette il suo richiamo. I maschi sbattono i calami delle dodici piume della parte bassa del dorso in faccia alle femmine prima dell’accoppiamento. Non si sa perché, forse fa il solletico.

 

Un esemplare di parotia occidentale sfoggia il suo “tutù” di penne e l’iridescente piumaggio del petto durante il corteggiamento. Per conquistare le femmine, i maschi ripuliscono un tratto di suolo della foresta per creare un palcoscenico in cui eseguono la loro bizzarra danza.

 

 

Photographer: Tim Laman

Discovered on NATIONAL GEOGRAPHIC