REMINDER: SMART GAMES

 

Negli ultimi anni avrete sentito più volte menzionare i “giochi d’attivazione mentale”, ma cosa sono esattamente e a cosa servono?
Sono dei piccoli “problemi” che poniamo ai nostri cani per farli arrivare ad un obiettivo da loro desiderato. Ad esempio, prendiamo un bicchiere di plastica e appoggiamolo capovolto su un biscotto: il nostro cane dovrà capire come spostare il bicchiere nel modo più veloce e pratico possibile arrivando così al premio. Perché? In questo modo aumenterà le sue capacità cognitive e di ragionamento, oltre a prendere confidenza con oggetti e situazioni prima ignorate. Il fatto di arrivare alla soluzione del problema in autonomia e di trarne gratifica (il biscotto nel caso sopra menzionato), aumenterà notevolmente l’autostima dell’animale ed è pertanto utilissimo in caso di animali particolarmente timidi.
Come giocare?
I giochi da fare sono numerosissimi e sta a voi e alla vostra fantasia saperne inventare e proporre sempre di nuovi. Ci sono dei giochi già predisposti in commercio (come i giochi da tavola) da cui potrete partire e che potranno poi essere utili come punto di partenza per inventarne altri.
La regola è semplice: il premio deve essere molto interessante e molto ambito… voi lavorereste meglio per 100 euro o per 1000?
Per iniziare:
- fate vedere al vostro amico tutti i passaggi del gioco e dateli per scontati solo quando sarà più esperto e se la potrà cavare da solo
- giocate sempre insieme a lui, soprattutto se c’è il rischio che mastichi o ingoi qualche pezzo
- non aiutatelo; non dovete giocare voi ma lui (al limite fate rivedere i passaggi tramite i quali avete nascosto il premio, ma non di più altrimenti si aspetterà sempre la soluzione da voi)
- ripetete il gioco al massimo per quattro volte consecutive, e quando il vostro amico sarà diventato un esperto del gioco proposto e sarà velocissimo potrete pensare ad un up-grade!
Buon divertimento!

Veronica Giuliani