LET’S FALL IN LOVE!


A prima vista, dopo qualche giorno, alla prima carezza: quando nasce l’amore fra cane e padrone? In realtà non esiste una vera risposta; è un momento soggettivo, solitamente sono i cani, nella loro innocenza, ad essere i più disponibili ad instaurare un rapporto con noi e quindi il punto è: quando noi “umani” apriamo il cuore a quelle palle pelose? Alcuni raccontano “È lui che ha scelto me”, altri riferiscono che “odiavano i cani, ma poi è capitato lui e…”, e così ci si ritrova con la vita stravolta dal quattro zampe: la sua foto nel cellulare, i peli sul divano, i biscottini nelle tasche e la macchina station wagon!
Pur decidendo di adottare un animale con l’obiettivo di scambiarsi affetto, non è così scontato il momento in cui sorgerà il legame di attaccamento, che può essere immediato o può richiedere anche qualche mese; giusto il tempo di studiarsi e capirsi. Tuttavia, di solito lo ricordiamo come una fotografia, il flash di un momento: quello in cui incontriamo gli occhi del nostro amico e tutto ci è chiaro: siamo una coppia! Ci ritroviamo a passeggiare con lui, a condividere gioie e dolori, a presentargli la nostra fidanzata sperando che gli piaccia, a cucinare un pò di più perché dobbiamo condividere tutto, e se qualcuno ci dice “È solo un animale”. Guai. Lui non è “solo un animale”: è un membro della famiglia, l’amico più leale che abbiamo mai avuto.
Qual è l’età ideale per condividere la propria vita con un cane? Non esiste un’età giusta: quanti ricordano con le lacrime agli occhi il compagno di giochi della loro infanzia? E quanti ruvidi  uomini in carriera si sciolgono davanti allo sguardo del loro cane? E dimentichiamo le schiere di vecchietti che passeggiano al parco con i loro cani viziandoli con ogni tipo di leccornia (cosa che risulta evidente  osservando la silhouette stile dirigibile di questi cagnolini)? Ma possiamo dire che qualcuna di queste coppie sia sbagliata? NO. L’amore può arrivare a qualsiasi età. Il rapporto con un cane si può instaurare in tutte le fasi della nostra vita, così come della sua, e sfatiamo il mito che un cucciolo si affeziona di più di un cane adulto; semplicemente i cuccioli cercano affetto, coccole e protezione, gli adolescenti vogliono giocare,  gli adulti cercano un compagno di viaggio. È come una promessa: “Ci prenderemo cura l’uno dell’altro, reciprocamente, finché morte non ci separi”. È un momento magico, pochi secondi che riempiono il sorriso del padrone che lo racconta, parlando dell’incontro con il suo cane.   Quella stessa promessa che feci io stessa alla mia palla di pelo gialla quando era ancora una “pallina”  tremolante, sotto la mia scrivania, terrorizzato da tutto e da tutti: “tranquillo piccolo, io e te saremo insieme per sempre. IO e TE”.

Così migliaia d’anni fa, in un bosco, un cucciolo d’uomo incontrò un cucciolo di lupo, giocarono insieme, ed il piccolo uomo portò il suo nuovo amico all’accampamento umano: scoccò la scintilla. Da quella sera i due divennero inseparabili e la mamma del bambino vide, esterefatta, il figlio dormire accanto ad un lupo, crescere ed andare a caccia con lui.
Come una cosa sola, uniti per sempre. L’uomo ed il lupo, uno al fianco dell’altro, nel gioco, nella guardia, nella vita…

Veronica Giuliani