SPLISH, SPLASH!

 

Tenere pulito il nostro cane è molto importante, non solo per controllare il manifestarsi d’eventuali cambiamenti nel fisico, ma anche per rafforzare il nostro legame con lui. È importante prendere confidenza con quelle che sono le principali cure per i nostri amici a quattro zampe, e in questo periodo, con l’arrivo dell’estate, tra una corsa e un tuffo in acqua lo è ancora di più!
SPAZZOLARLI: è molto importante sin da piccoli; farli abituare  a spazzole o pettini è molto più facile se si comincia dalla tenera età, l’importante ovviamente è non usare strumenti  traumatici come alcune spazzole di ferro che, se non usate con la giusta esperienza, possono graffiare la cute del cane e rendere il momento della toilettatura un incubo invece che un momento di gioco e piacevole contatto col padrone. Se il cane è terrorizzato dalla spazzolatura, abituatelo gradualmente e premiatelo con bocconcini o lodi e carezze appena terminato.  Per i cani con pelo lungo la pettinatura va ovviamente fatta più spesso per evitare i nodi, che si formano soprattutto sotto la pancia vicino alle zampe.
BAGNO: anche il bagno dovrebbe essere un momento di gioia per il nostri amici a quattro zampe, purtroppo però spesso non è cosa gradita. Il cane non va lavato spesso: una volta al mese nei periodi caldi è già più che sufficiente, e quando fa freddo solo se è necessario. Ovviamente ci sono animali che necessitano tutto l’anno anche di più bagni al mese perché soffrono di patologie cutanee che vengono tenute sotto controllo con la shampoo terapia, ma per questi sarà il veterinario a consigliare la frequenza e il tipo di prodotto da utilizzare. Cosa sempre molto importante, se fate voi il bagno al vostro cane, è quella di fare attenzione a non far entrare l’acqua nelle orecchie perché può causare l’otite; se questo succede, a fine bagno lavate le orecchie con un detergente auricolare riempiendo il condotto uditivo del liquido disinfettante senza paura (poi sarà il cane scuotendo la testa ad eliminare l’eccesso di prodotto). Altra cosa importante: asciugate sempre molto bene il mantello (pelo e contropelo) e non portate fuori il cane nel periodo invernale subito dopo il bagno.
DENTI: tutti i cani sono soggetti al depositarsi di tartaro in bocca, anche se normalmente sono quelli di taglia piccola a soffrire maggiormente del problema. Oggi ci sono molti prodotti che possono aiutare a prevenire il tartaro; metodo più impegnativo ma sicuramente più efficace è quello di utilizzare spazzolino e dentifricio, ovviamente per cani (non i nostri perché loro lo ingoiano). Se li abituiamo gradualmente, sin da piccoli, il lavaggio non sarà così complicato! Più semplice invece è quello di donargli bastoncini da masticare che contengono sostanze apposite oppure prodotti da aggiungere alla pappa per prevenire il problema. Ovviamente tutti questi prodotti non sono in grado di migliorare una bocca già piena di tartaro, prevengono solo la deposizione di nuovo.
OCCHI E ORECCHIE: anche occhi e orecchie necessitano di controlli quotidiani. Può essere normale che al mattino gli occhi presentino del materiale secco che va pulito con una garzina morbida, semplicemente inumidita con dell’acqua (anche i fazzoletti di carta vanno bene). Bisogna preoccuparsi e portarlo ad un controllo se il materiale che si accumula è molto abbondante o se è di colore verdastro. Per quanto concerne le orecchie, queste vanno solo controllate visivamente. Le orecchie sane non si sporcano, la cute interna del padiglione è liscia e non arrossata ed il condotto auricolare è libero da materiale ceruminoso e non ha cattivo odore; in caso contrario o se apparentemente tutto sembra a posto ma il cane scuote la testa o si gratta le orecchie in modo eccessivo bisogna portarlo dal veterinario.
Buona giornata a tutti,

Orsola Grignani