LIVING ARTWORK

Thank you Mother Nature

YES, YOU CANE!


Vi siete mai chiesti come mai tra tutti gli animali del mondo è stato proprio il cane a guadagnarsi il titolo di “miglior amico dell’uomo”?
La risposta la dà il tedesco Martin Ruetter, rinomato psicologo di cani: afferma che il motivo risiede nel fatto che in fondo non siamo così diversi dai cani, come alcuni potrebbero sperare.
Esistono, infatti, tantissime divertenti similitudini tra cane e uomo che vorrei vedere un pò più da vicino con voi:

Situazione vacanza: Siamo nella piscina dell’albergo, cerchiamo una sdraio libera e per evitare che qualcun’altro si sieda ci appoggiamo il nostro telo. È la cosa più normale del mondo, abbiamo “marcato” la nostra sdraio = comportamento territoriale che conosciamo bene nel cane; lui però al posto del telo si arrangia con quello che ha a disposizione ovvero peli o nella peggiore delle ipotesi una “nota di profumo” nella classica maniera.

Situazione palestra: siamo nella sala pesi, habitat naturale dell’individuo “maglietta attillata con muscolo scolpito”. Lui tipicamente ha il petto in fuori e cammina con fierezza per dimostrare il suo “potere” = atteggiamento imponente come fa il cane quando alza la coda, (raddrizza le orecchie e fissa con lo sguardo un suo potenziale rivale.

Situazione ufficio: siete davanti alla macchinetta del caffé e state scambiando due chiacchiere con il titolare… voi gli tirereste mai una bella pacca sulla spalla? Molto più probabile che sia lui a farlo mettendo in chiaro la posizione gerarchica = dimostrazione di dominanza che avviene verticalmente dall’alto al basso esattamente come fa il cane quando appoggia la sua testa sulla schiena del sottomesso.

Si potrebbero elencare altre mille similitudini tra cane e uomo, ma per oggi l’ultima cosa importante da raccontare è :

Tutti noi abbiamo in mente il cane quando si sdraia a pancia in su per farsi accarezzare e lo troviamo
un gesto molto tenero e gratificante, non sapendo forse che si tratta di un gesto istintivo che tanto per cambiare abbiamo anche noi.
Infatti quando ci interfacciamo con una persona fastidiosa il buon senso spesso ci suggerisce di mimetizzare il nostro disagio con un sorriso magari un po’ forzato, ma il nostro corpo non mente: guidato dai nostri istinti ci porterà ad incrociare le braccia per proteggere la nostra parte più sensibile del corpo, la pancia: l’unica area non protetta dalle ossa. È quindi quasi comprensibile che la scopriamo solo a chi ci ispira fiducia, anche se non sempre aspiriamo alle carezze!
Tale cane, tale uomo!

SUNDAY LIFE

I don’t care what they say, this love is deep and real! ;)

Sunday Funday!

LET’S FALL IN LOVE!


A prima vista, dopo qualche giorno, alla prima carezza: quando nasce l’amore fra cane e padrone? In realtà non esiste una vera risposta; è un momento soggettivo, solitamente sono i cani, nella loro innocenza, ad essere i più disponibili ad instaurare un rapporto con noi e quindi il punto è: quando noi “umani” apriamo il cuore a quelle palle pelose? Alcuni raccontano “È lui che ha scelto me”, altri riferiscono che “odiavano i cani, ma poi è capitato lui e…”, e così ci si ritrova con la vita stravolta dal quattro zampe: la sua foto nel cellulare, i peli sul divano, i biscottini nelle tasche e la macchina station wagon!
Pur decidendo di adottare un animale con l’obiettivo di scambiarsi affetto, non è così scontato il momento in cui sorgerà il legame di attaccamento, che può essere immediato o può richiedere anche qualche mese; giusto il tempo di studiarsi e capirsi. Tuttavia, di solito lo ricordiamo come una fotografia, il flash di un momento: quello in cui incontriamo gli occhi del nostro amico e tutto ci è chiaro: siamo una coppia! Ci ritroviamo a passeggiare con lui, a condividere gioie e dolori, a presentargli la nostra fidanzata sperando che gli piaccia, a cucinare un pò di più perché dobbiamo condividere tutto, e se qualcuno ci dice “È solo un animale”. Guai. Lui non è “solo un animale”: è un membro della famiglia, l’amico più leale che abbiamo mai avuto.
Qual è l’età ideale per condividere la propria vita con un cane? Non esiste un’età giusta: quanti ricordano con le lacrime agli occhi il compagno di giochi della loro infanzia? E quanti ruvidi  uomini in carriera si sciolgono davanti allo sguardo del loro cane? E dimentichiamo le schiere di vecchietti che passeggiano al parco con i loro cani viziandoli con ogni tipo di leccornia (cosa che risulta evidente  osservando la silhouette stile dirigibile di questi cagnolini)? Ma possiamo dire che qualcuna di queste coppie sia sbagliata? NO. L’amore può arrivare a qualsiasi età. Il rapporto con un cane si può instaurare in tutte le fasi della nostra vita, così come della sua, e sfatiamo il mito che un cucciolo si affeziona di più di un cane adulto; semplicemente i cuccioli cercano affetto, coccole e protezione, gli adolescenti vogliono giocare,  gli adulti cercano un compagno di viaggio. È come una promessa: “Ci prenderemo cura l’uno dell’altro, reciprocamente, finché morte non ci separi”. È un momento magico, pochi secondi che riempiono il sorriso del padrone che lo racconta, parlando dell’incontro con il suo cane.   Quella stessa promessa che feci io stessa alla mia palla di pelo gialla quando era ancora una “pallina”  tremolante, sotto la mia scrivania, terrorizzato da tutto e da tutti: “tranquillo piccolo, io e te saremo insieme per sempre. IO e TE”.

Così migliaia d’anni fa, in un bosco, un cucciolo d’uomo incontrò un cucciolo di lupo, giocarono insieme, ed il piccolo uomo portò il suo nuovo amico all’accampamento umano: scoccò la scintilla. Da quella sera i due divennero inseparabili e la mamma del bambino vide, esterefatta, il figlio dormire accanto ad un lupo, crescere ed andare a caccia con lui.
Come una cosa sola, uniti per sempre. L’uomo ed il lupo, uno al fianco dell’altro, nel gioco, nella guardia, nella vita…

Veronica Giuliani

SHELL GAME FOR ANIMALS

Intelligence is hard to test, but one aspect of being smart is self-control, and a version of the old shell game that works for many species suggests that brain size is very important.

ALL GOOD THINGS ARE WILD AND FREE

You Aren’t Wealthy Until You Have Something Money Can’t Buy.

“Properly trained, a man can be dog’s best friend.” – “Addestrato accuratamente, l’uomo può essere il migliore amico del cane.”

Corey Ford

INTERNATIONAL MOTHER EARTH DAY

We are all human beings. All people, You, me, our neighbors. No matter where you live in this world, if it is in Africa or South-America, if it is in Asia or Europe, Australia or North-America, we are all sisters and brothers in humanity.
Let’s save our ‘Mother Earth’… it is the only planet in our solar system on which life exists with incredible biodiversity.
Today people all over the world celebrate this grand event to protect flora and fauna and to clean up the earth on which we live.
So please put a smile on your face and take care of your Mother Earth, with us!
Enjoy the party,
the lovedogbloggers

A polar bear cub and its mother share a moment at a zoo in Russia.
Photo credit: Caters News Agency

A frog wades in the waters of a fountain in Mokrin, Serbia, on April 20, 2014.
Photo credit: Darko Vojinovic / AP

Six piglets feed together from a sow at a pig farm near Dorum, Germany.
Photo credit: Ingo Wagner / AFP / Getty Images

A pair of white Bengal cubs attack a fallen tree branch at the Buenos Aires Zoo in Buenos Aires, Argentina.
Photo credit: Juan Mabromata / AFP / Getty Image

A Highland bull nibbles on food offered by a tourist on a field in Invermoriston, Scotland.
Photo credit: JEFF J. MITCHELL / GETTY IMAGES

A four-month-old zebra foal frolics with its mother during their presentation to the public at the Zoo Wuppertal in Wuppertal, Germany.
Photo credit: Frank Augstein / Associated Press

Elephant calves greet each other with their trunks at a pachyderm orphanage in Pinnawala, Sri Lanka.
Photo credit: Eranga Jayawardena / AP

A pair of giant pandas relax inside their enclosure at the Hangzhou Zoo in Zhejiang province, China.
Photo credit: AFP / GETTY

A newborn alligator gets a better view of the world on top of an adult gator’s head at the St. Augustine Alligator Farm in Florida.
Photo credit: John Moran / News Dog Media

A mother grizzly bear cuddles with her three cubs.
Photo credit: Hank Perry / Solent News

A gang of ring-tailed lemurs sit together at the vifauna Bird Park in Alphen aan den Rijn, Netherlands.
Photo credit: Bas Czerwinski / AFP / Getty Images

Parrots perch next to each other inside a cage at the Paris Zoological Park in the Bois de Vincennes, Paris, France.
Photo credit: Reuters

A small owl family perches on a gnarly branch in Kiryat Gat, Israel.
Photo credit: ILIA SHALAMAEV / HOTSPOT

A newborn southern white rhino follows its mother ‘Bella’ at the Ziwa Rhino Sanctuary in Nakasongola, Uganda.
Photo credit: REUTERS

Photo credit: JEANNETTE RUDLOFF / HOTSPOT

A sprinkler drenches a girl and her little dog too at Sara Delano Roosevelt park, located on the Lower East Side of Manhattan, in New York City on July 3, 2012.
Photo credit: Mary Altaffer

Discovered on Hungeree.com

THE PURSUIT OF HAPPINESS


Se cercate le cose preziose e dal valore inestimabile non entrate in una oreficeria, tirate avanti di fronte ad una pellicceria, non contate sulle promesse degli uomini.
Se volete conoscere la fiducia, la fedeltà, l’amore incondizionato, la lealtà non soffermatevi davanti alle parole dei vostri simili: entrate in un canile
Non esiste niente di più prezioso del riflesso dorato del pelo di un cane, più splendente dei suoi occhi neri, di più unico del suo amore.

Enrica Boiocchi

HAI GIA’ ABBRACCIATO IL TUO CANE OGGI?

Per tutti coloro che non possono vivere senza almeno un bacetto al giorno di naso freddo e morbido, che riconoscono un cambiamento d’umore da una coda inclinata due gradi in più, che si commuovono a ricevere in regalo un vecchio frisbee dissepolto nei giardinetti, che sono sinceramente, profondamente, felicemente convinti che il proprio cane sia il migliore del mondo.

Fonte: TUTTO QUELLO CHE SO L’HO IMPARATO DAL MIO CANE, perché è il cane migliore del mondo! By Suzy Becker, Rizzoli.